Appello per realizzare una Metro invece della Tangenziale PDF Stampa E-mail
La nostra Associazione e altri 19 Comitati di Roma Sud, hanno preparato un  Appello, inviato al Sindaco e al Presidente della Repubblica, per evitare l'ennesimo, inutile e folle scempio: la costruzione di una autostrada nella Valle della Cecchignola, assolutamente inefficace per risolvere i problemi della mobilità nel quadrante di Roma Sud.

Il Coordinamento che si sta formando in questi giorni, propone la realizzazione di una linea metropolitana leggera in superficie come soluzione dei problemi della mobilità. Stessi tempi, costi di poco superiori alla strada, e maggiori funzionalità per decenni.

Scaricate l'Appello qui, o leggetelo qui sotto:

APPELLO PER SALVARE LA VALLE DELLA CECCHIGNOLA DALLA NUOVA AUTOSTRADA DI FANTOZZI

 

AI BORDI DEL PARCO DELL’APPIA ANTICA SI RISCHIA DI PERDERE PER SEMPRE 160 ETTARI DI VERDE SOTTO UN NASTRO D’ASFALTO

E’ IL COMUNE DI ROMA IL PARTITO DEL NO
 

Gli abitanti dei quartieri Colle di Mezzo, Giuliano-Dalmata, Fonte Meravigliosa e Cecchignola Sud in virtù di una autostrada a 4 corsie in progettazione presso il Comune di Roma dovranno prendere l’abitudine di assaltare il bus sulla tangenziale sotto le proprie case come il famoso ragionier Fantozzi. E non sono bastati 11 anni di proteste da parte dei cittadini residenti al fine di far praticare all’amministrazione comunale una soluzione diversa a quella prospettata. In questa situazione è il colmo che soluzioni alternative ce ne sono e le amministrazioni sono sempre state sorde a studiarne la fattibilità. L’iniziativa studiata dal Campidoglio è quella di costruire un’autostrada a 4 corsie per portare oltre  30000 veicoli al giorno attraverso la Valle della Cecchignola (per vincolarla a parco firmarono 17.000 cittadini!) fino a intasare completamente i nostri già congestionati quartieri! Un intervento inutile, insostenibile economicamente e dal punto di vista ambientale. Il colmo è che soluzioni alternative ce ne sono, ma dobbiamo costringere le amministrazioni a metterle in pratica, perché stavolta il partito del no, sordo e cieco, è proprio quello dell’amministrazione comunale che non si pone il problema di risolvere il nodo della mobilità seguendo una logica seria e scientifica.

 

L’autostrada è sbagliata sotto molteplici punti di vista:

  1. Trasportistico: andrebbe enormi flussi di traffico andrebbero a sfociare nella strettoia di via L. Gaurico e di via di Vigna Murata, congestionando ancora di più il traffico destinato ad incolonnarsi su via Laurentina all’altezza di P.le Douhet. La vera risposta in termini di mobilità sono le metropolitane. Non si può pensare di fare uno stradone che si riduce ad imbuto come risposta sostenibile al traffico. L’obiettivo deve essere portare la metropolitana oltre il GRA e non aumentare ulteriormente i flussi veicolari verso i quartieri residenziali e il centro, già oggi congestionati oltre ogni misura.
  2. Ambientale:  l’autostrada – due corsie per senso di marcia per una larghezza al minimo di 20 metri-  e il degrado che l’accompagnerebbe, causerebbero la distruzione e la perdita di un polmone verde prezioso, denso di specie animali e vegetali e di aree già utilizzate a parco dai cittadini
  3. Economico: soltanto una parte dell’autostrada ( via Kobler-via Gaurico) costa, sulla carta, 20 milioni di euro. Si stima che il costo finale dell’intera opera, comprensiva di tratto in galleria, lieviterà a oltre 50.000.000 di Euro. Con questi soldi si può fare molto di più ed attivare i percorsi già esistenti sulle strade della città militare Cecchignola oppure dare il via ad un corridoio della mobilità pubblica;
  4. Per la qualità della vita: i quartieri di Cecchignola Sud, Fonte Meravigliosa, Colle di Mezzo, Giuliano-Dalmata, Ottavo Colle, Tintoretto, saranno destinati a diventare quartieri di attraversamento del traffico che questa nuova strada attrarrà dal Grande Raccordo Anulare. I punti più critici sono i seguenti: via Kobler, viadotto sul Belvedere di Fonte Meravigliosa, via Luca Gaurico, P.le Douhet, via del Tintoretto.
  5. Urbanistico: l’autostrada costituirebbe una cesura tra i quartieri Giuliano-Dalmata e Colle di Mezzo e sfocerebbe direttamente su  due scuole materne, un asilo nido, una scuola elementare ed una media nonché su un’altra scuola media e 4 licei con 4000 studenti. L’impatto acustico costringerebbe a chiuderla durante la notte, come la Tangenziale Est.
 

Le alternative più efficaci e sostenibili ci sono. Infatti, rapidamente e con pochi soldi è possibile:

 

·         realizzare le previste rotatorie su via della Cecchignola e via Ardeatina (di cui chiediamo l’immediato avvio dei lavori);

·         consentire la definitiva apertura della Città Militare al traffico privato (viale dell'Esercito e via dei Genieri) costituendo un corridoio della mobilità interno alla città militare Cecchignola utilizzando bus più frequenti e più capienti in grado di rappresentare una valida alternativa all’automobile per chi deve arrivare alla metropolitana Laurentina.

·         Assicurare il potenziamento dei mezzi pubblici negli orari critici

·         Realizzare una pista ciclabile e un sentiero pedonale sul fosso della Cecchignola che consenta ai cittadini di spostarsi agevolmente in bicicletta o a piedi sulla tratta via Kobler-Fonte Meravigliosa-via Gaurico.

·         Realizzazione del corridoio della mobilità su via di Vigna Murata.

 

Nel medio termine il problema della mobilità verrà risolto (dimezzando il traffico in entrata) con il prolungamento della Metro B oltre il GRA e con la realizzazione di un grande parcheggio di scambio. Questa soluzione durerà almeno 40 anni, mentre l’autostrada dopo 4-5 anni sarebbe di nuovo intasata.

 

Per i motivi sopra esposti, le associazioni firmatarie dell’appello chiedono al Sindaco Alemanno di fermare l’iter amministrativo del progetto dell’autostrada e di adottare le soluzioni alternative proposte, al fine di preservare la Valle della Cecchignola, il diritto alla mobilità sostenibile e la qualità della vita dei cittadini.

 
Associazione Colle della Strega
Associazione Viviamo Vitinia
Associazione Il Giardino delle Streghe
Comitato Salute ed Ambiente Eur
Associazione Ottavo Colle
Comitato per il Verde Urbano
Associazione La Vigna
Enpa – Ente Nazionale Protezione Animali
Lav – Lega anti vivisezione
Associazione Animalisti Italiani

Comitato per la verità sull’Amianto Velodromo

Coordinamento Comitati e cittadini per la difesa dell’Eur

Associazione Lida Roma
Associazione Cecchignola Vivibile
Gruppo Giovani Fonte Meravigliosa
Associazione Città Nostra
Comitato di quartiere Roma XVI
Comitato Ballarin
Comitato di via Berto