Ricorso al TAR contro l'I-60 PDF Stampa E-mail

PARTE IL RICORSO AL TAR
SULLO SCONSIDERATO INTERVENTO EDILIZIO I-60

 

Molti cittadini, indignati dal silenzio delle forze politiche e ambientaliste nazionali, hanno manifestato la disponibilità ad opporsi allo sconsiderato progetto dell’I-60, 400.000 metri cubi di cemento tra Via di Grottaperfetta e Via Ballarin.

In seguito ad un ennesimo accesso formale agli atti presentato da un avvocato, abbiamo saputo che è stata stipulata la Convenzione Urbanistica tra il Comune di Roma e il consorzio di costruttori.

Questo è l’atto finale che preclude all’inizio dell’edificazione.Per fermare il progetto E' NECESSARIO IMPUGNARLO al Tribunale Amministrativo Regionale.

Per questo scopo è nato un comitato spontaneo di cittadini, che comprende la nostra Associazione, il Comitato Ballarin, l'Associazione Europa Insieme, il comitato di Via Berto, e alcuni dei partecipanti al Coordinamento STOP I-60.
Questo comitato si chiama: Cittadini per la Salvaguardia dei Beni Comuni

Decine di cittadini si sono già espressi per sostenere economicamente il ricorso. Stiamo preparando due assemblee  in cui spiegheremo i dettagli del progetto e del ricorso. Speriamo di poter avere la presenza anche dell’avvocato. In quella fase raccoglieremo i soldi per il ricorso.

Pensiamo di farne due in modo da dare a tutti la possibilità di venire. Iscrivetevi alla mailing list Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot, abilitare Javascript per vederlo , e vi faremo sapere le date delle assemblee.

Continuate a diffondere la voce e il volantino che trovate QUI  in cui chiediamo il supporto per il ricorso.

Forza, diamoci da fare, perché solo INSIEME POSSIAMO FARCELA!!
 

Cittadini per la Salvaguardia dei Beni Comuni